Vai ai contenuti

Menu principale:

SVILUPPO
NUOVO E IMPORTANTE PASSO NEL CAMPO DELLA CRIOCHIRURGIA

Il giorno 28 ottobre è stata discussa la tesi di laurea magistrale in ingegneria chimica il cui titolo è:
Numerical simulation of the heat transfer in a cryoprobe of an innovative apparatus for cryosurgery.
Simulazione  numerica del trasferimento del calore in una criosonda di un apparato  innovativo per gli interventi di criochirurgia.
Relatore:
Prof. Ing. Barbara Bosio
Correlatori:
Dott. Ing. Dario Bove
Prof. Dott. Leopoldo Avalle
Allievo:
Lorenzo Guidetti
Grazie  alla scelta del neo dr. ing. Lorenzo Guidetti che ha affrontato questo  tema con la collaborazione  del gruppo PERT della Scuola Politecnica  dell'Università di Genova   predisponendo questo lavoro, che ha  riscosso l’interesse e l’approvazione del corpo docenti giudicante,  conferendo all'allievo il massimo dei voti più la lode e la dignità di stampa, è stato possibile aggiungere  un ulteriore tassello verso la  predisposizione di dispositivi criochirurgici di avanzata generazione.  E’ un successo che coinvolge in primis l’allievo Guidetti e corona mesi  di studi e ricerche ma che si trasmette al Docente Relatore  ed ai suoi  Collaboratori.
Ritengo  doveroso, prima di pubblicare questa importante tesi di laurea,  ricordare e ringraziare la Professoressa Barbara Bosio  che ha saputo,  con elegante ed efficace senso organizzativo, trovare e fondere in un   unico insieme tecnologico ed umano le giuste persone per realizzare  questa impresa di progettazione criochirurgica. Con questo lavoro la professoressa Bosio, ha creato una prima scuola criochirurgica  ingegneristica a Genova. Il suo impegno e la sua grande competenza ma,  soprattutto, il suo senso profondo d’umanità la rendono particolarmente  sensibile alle sfide sociali ed alla lotta al dolore.
E’  altresì più che doveroso sottolineare l’altissimo apporto tecnologico  dato dal Dott Ing Dario Bove che, come collante indispensabile e  fondamentale, ha saputo trovare soluzioni e metodi che sono stati alla  base del successo di questa tesi di ricerca.
Dal  canto mio posso dire con profonda sincerità ed onestà di ritenermi  onorato e fortunato  di aver conosciuto tali studiosi che hanno  arricchito ed aumentato la mia conoscenza rendendomi sinceramente  orgoglioso e felice.

Leopoldo Avalle.
Torna ai contenuti | Torna al menu